Novità

24/04/2019

Campi Bisenzio, le associ...

Non è una bella sorpresa quella che gli imprenditori del comune di Campi Bisenzio hanno trovato n...

23/04/2019

Assegno nucleo familiare:...

L’assegno per il nucleo familiare - conosciuto anche come ANF - è quel sostegno economico erogato...

23/04/2019

Pensioni 2019: importi ri...

Con una recente circolare l’Inps ha annunciato e illustrato le modalità di ricalcolo dei trattame...

Sindacati

Agenti di commercio, con Fnaarc più vantaggi per Ticket Restaurant e scheda carburante.

Fnaarc-Confcommercio Toscana e Edenred Italia, inventore del Ticket Restaurant®, hanno siglato un accordo per offrire a tutti gli agenti toscani iscritti a FNAARC buoni pasto Edenred a condizioni privilegiate. Il Ticket cartaceo è utilizzabile in oltre 150mila locali convenzionati di tutta Italia. Per saperne di più, contattare la segreteria Fnaarc Firenze al numero 055 2036927 o alla mail l.biagiotti@confcommercio.firenze.it

Sindacati

Torna l'indennizzo per chi "chiude bottega"

L'Inps ha aperto i canali online per inviare la nuova domanda di Indcom tramite i Patronati. L'indennizzo, fortemente voluto da Confcommercio vista la persistente crisi del settore, funziona come un ammortizzatore sociale per accompagnare fino alla pensione coloro che lasciano definitivamente l’attività. L’opportunità è prevista dal 1° gennaio 2019. Gli interessati possono rivolgersi al patronato 50&Più per l'espelatamento della pratica. Per informazioni e per richiedere un appuntamento: enasco.fi@enasco.it  -  055 664795.

Sindacati

Classazione catastale B&B, "questa casa non è un albergo".

Confcommercio Toscana e Confturismo Toscana scrivono all’assessore Ciuoffo per denunciare la situazione: in contrasto con la legge regionale sul turismo, in alcune province toscane l’Agenzia del territorio (ex Catasto) sta modificando d’ufficio la destinazione d’uso degli immobili dove il proprietario ha aperto attività di  affittacamere o b&b con partita iva, passandoli da “civile abitazione” ad “albergo”. La presidente di Confcommercio Toscana Lapini: “così si punisce chi vuole fare ricettività extralberghiera in modo professionale”. Il presidente di Confturismo Toscana Bechi lancia una provocazione: “la soluzione immediata? Chiudere la partita iva, ma il rischio è che si crei un pericoloso abusivismo di ritorno che inquina il mercato”.