Firenze. Il Comune vieta la vendita di alcolici dalle 16 alle 22 del weekend.

Nei giorni di venerdì, sabato e domenica, dalle 16 alle 22 vietata la vendita ed il consumo di alcolici in luoghi pubblici o aperti al pubblico nell’intero territorio comunale e divieto di stazionamento in alcune aree del centro. L’ordinanza sindacale in vigore dal 12 marzo 2021.

Al fine di prevenire gli assembramenti e contenere il rischio di contagio da Covid-19, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha firmato un’ordinanza con la quale nei fine settimana dalle ore 16 alle ore 22 non si potranno più vendere né consumare bevande alcoliche in luogo pubblico o aperto al pubblico dell’intero territorio comunale. Negli stessi giorni ed orari non si potrà invece sostare in alcune aree del centro considerate a rischio assembramento.

 

Nel dettaglio, riguardo al divieto di vendita e consumo delle bevande alcoliche, a partire dal 12 marzo 2021 nei giorni di venerdì, sabato e domenica, dalle ore 16 alle ore 22 saranno vietati sull’intero territorio comunale:

  • la vendita di bevande alcoliche effettuata da parte di qualsiasi tipologia di esercizio e in qualsiasi forma eccetto la vendita con consegna a domicilio.
  • il consumo di bevande alcoliche nelle vie, piazze ed altri spazi pubblici o aperti al pubblico.

 

Riguardo alle limitazioni di accesso, queste si applicano ad alcune aree del centro considerate a rischio assembramento, quali

 

all’interno del perimetro delimitato da piazza Cesare Beccaria (esclusa), Borgo La Croce, piazza Sant’Ambrogio, via Pietrapiana, via Giuseppe Verdi, via dell’Agnolo, viale della Giovine Italia (escluso);

 

nelle vie o piazze: piazza SS. Annunziata; piazza S. Spirito, via dei Michelozzi (tratto da piazza S. Spirito a Borgo Tegolaio), via del Presto di San Martino (tratto tra Borgo Tegolaio e via de’ Coverelli); piazza Strozzi, via degli Anselmi, via dei Sassetti, piazza dei Davanzati, via Pellicceria, piazza della Repubblica, via dei Brunelleschi, via di Porta Rossa (tratto compreso fra via Calimala e Via Monalda), via Calimala (tratto tra via di Porta Rossa e piazza della Repubblica), via dei Lamberti (tratto tra via Pellicceria e via Calimala), via dei Cavalieri, via San Miniato fra le Torri.

 

In queste aree l’ordinanza dispone, sempre a partire dal 12 marzo 2021 e sempre nei giorni di venerdì, sabato e domenica, dalle ore 16 alle ore 22:

  • il divieto di stazionamento delle persone, eccetto l’attesa in coda per poter accedere agli esercizi legittimamente aperti nel rispetto delle distanze minime interpersonali
  • la possibilità di attraversamento soltanto per accedere agli esercizi legittimamente aperti o alle abitazioni private ed agli uffici compresi nell’area, e per il deflusso dall’area.

 

La violazione dei divieti imposti dall’ordinanza prevede una sanzione da 400.00 a 1.000 euro, oltre le sanzioni accessorie ivi previste.

 

Per maggiori informazioni, gli associati possono contattare la segreteria Fipe Confcommercio Firenze telefonando al numero 055 2036946 o scrivendo alla mail fipe@confcommercio.firenze.it

 

Scarica l’ordinanza