Sindacati

Agenti di commercio, proroga al 31 dicembre 2018 per la comunicazione al REA

L'art. 11 ter Legge n.108/2018 (c.d decreto mille proroghe) ha riaperto i termini previsti dall'art. 10 del D.M. 26/10/2011 per comunicare l’aggiornamento delle proprie informazioni risultanti dal soppresso ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio.

L'art. 11 ter Legge n.108/2018 (c.d decreto mille proroghe) ha riaperto i termini previsti dall'art. 10 del D.M. 26/10/2011 per comunicare l’aggiornamento delle proprie informazioni risultanti dal soppresso ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio.

Area Unesco. Chiusura attività alimentari alle 22.00

Firmata l’ordinanza che limita gli orari notturni alle attività che vendono alcolici nel centro storico della città. Riguarderà alimentari, minimarket e attività di produzione alimentare (queste ultime solo nel caso in cui vendano sostanze alcoliche) che dovranno restare chiuse dalle 22 alle 6 del mattino. L’ordinanza sarà in vigore dal 7 ottobre al 31 dicembre 2018 è sarà adottata in via sperimentale.

Firmata l’ordinanza che limita gli orari notturni alle attività che vendono alcolici nel centro storico della città. Riguarderà alimentari, minimarket e attività di produzione alimentare (queste ultime solo nel caso in cui vendano sostanze alcoliche) che dovranno restare chiuse dalle 22 alle 6 del mattino. L’ordinanza sarà in vigore dal 7 ottobre al 31 dicembre 2018 è sarà adottata in via sperimentale.

Buoni pasto, Fipe-Confcommercio invita gli esercenti creditori di Qui!Group a rivolgersi allo SPORTELLO SOS.

Dopo il fallimento dell’azienda emettitrice di buoni pasto, sono circa 23mila in Italia i bar e ristoranti che rischiano di vedere andare in fumo oltre 200 milioni di euro. Piemonte, Liguria, Sicilia e Lazio le regioni più interessate. La Federazione dei pubblici esercizi di Confcommercio ha attivato per i soci un servizio di assistenza legale specifico e ha richiesto al Governo di costituzione di un fondo per rimborsare le imprese creditrici di QUI!Group. Per prenotare un appuntamento con lo Sportello SOS Buoni Pasto di Firenze, telefonare al numero 055 2036921 (chiedere di Stefano Guerri o Fabrizio Matucci – segreteria Fipe) oppure scrivere a fipe@confcommercio.firenze.it

Dopo il fallimento dell’azienda emettitrice di buoni pasto, sono circa 23mila in Italia i bar e ristoranti che rischiano di vedere andare in fumo oltre 200 milioni di euro. Piemonte, Liguria, Sicilia e Lazio le regioni più interessate. La Federazione dei pubblici esercizi di Confcommercio ha attivato per i soci un servizio di assistenza legale specifico e ha richiesto al Governo di costituzione di un fondo per rimborsare le imprese creditrici di QUI!Group. Per prenotare un appuntamento con lo Sportello SOS Buoni Pasto di Firenze, telefonare al numero 055 2036921 (chiedere di Stefano Guerri o Fabrizio Matucci – segreteria Fipe) oppure scrivere a fipe@confcommercio.firenze.it

Locazioni turistiche, obbligatoria la comunicazione.

Dal primo gennaio 2019 tutti i locatori dovranno trasmettere le informazioni riguardanti gli immobili destinati a locazione turistica sul territorio toscano. Saranno inoltre tenuti a comunicare le presenze turistiche ai fini ISTAT, come già fanno tutte le altre strutture ricettive extra-alberghiere (quali gli affittacamere, i bed and breakfast e le case vacanze).

Dal primo gennaio 2019 tutti i locatori dovranno trasmettere le informazioni riguardanti gli immobili destinati a locazione turistica sul territorio toscano. Saranno inoltre tenuti a comunicare le presenze turistiche ai fini ISTAT, come già fanno tutte le altre strutture ricettive extra-alberghiere (quali gli affittacamere, i bed and breakfast e le case vacanze).

Registro "compro oro". Non c'è obbligo della licenza di pubblica sicurezza per le imprese orafe artigiane.

Facendo seguito alle richieste pervenute da numerose imprese artigiane orafe associate, Federpreziosi -federazione nazionale delle imprese orafe, gioielliere, argentiere e orologiaie aderenti a Confcommercio- comunica che in merito alla necessità di produrre l’attestazion

Ricostituzione Pensione

In caso sopraggiungano vicende in grado di modificare l'importo della prestazione posseduta i pensionati possono presentare domanda per ottenerne la variazione, vediamo come fare. 
Se avete altri interrogativi su fisco&previdenza da sottoporre agli esperti di 50&Più, potete scrivere all'indirizzo enasco.fi@enasco.it o chiamare il numero di telefono 055 664795.

In caso sopraggiungano vicende in grado di modificare l'importo della prestazione posseduta i pensionati possono presentare domanda per ottenerne la variazione, vediamo come fare. 
Se avete altri interrogativi su fisco&previdenza da sottoporre agli esperti di 50&Più, potete scrivere all'indirizzo enasco.fi@enasco.it o chiamare il numero di telefono 055 664795.

Pensione supplementare

Il requisito anagrafico della pensione supplementare è un elemento costitutivo per il diritto al beneficio. Se avete altri interrogativi su fisco&previdenza da sottoporre agli esperti di 50&Più, potete scrivere all'indirizzo enasco.fi@enasco.it o chiamare il numero di telefono 055 664795.

Il requisito anagrafico della pensione supplementare è un elemento costitutivo per il diritto al beneficio. Se avete altri interrogativi su fisco&previdenza da sottoporre agli esperti di 50&Più, potete scrivere all'indirizzo enasco.fi@enasco.it o chiamare il numero di telefono 055 664795.

Torna “Ottobre Mese della Vista”. Cerca l'ottico più vicino ed effettua gratuitamente il controllo dell'efficienza visiva.

Per tutto il mese di ottobre, gli ottici optometristi aderenti a Federottica Confcommercio Firenze offrono gratuitamente controlli dell’efficienza visiva. Cerca l'ottico optometrista più vicino a te.

Per tutto il mese di ottobre, gli ottici optometristi aderenti a Federottica Confcommercio Firenze offrono gratuitamente controlli dell’efficienza visiva. Cerca l'ottico optometrista più vicino a te.

Sostegno alle imprese che nascono o che innovano.

Aperti il 20 settembre 2018 tre bandi con i quali la Regione Toscana mette a disposizione di imprese e liberi professionisti un totale di circa 39 milioni di euro. Due gli obiettivi strategici: finanziare start up e nuove imprese da un lato e, dall’altro, gli investimenti di Pmi e professionisti nell’innovazione con microcredito e prestiti a tasso zero. Contatta Confcommercio per sapere come partecipare ai bandi: 055 4681423 - f.caciolli@confcommercio.firenze.it

Aperti il 20 settembre 2018 tre bandi con i quali la Regione Toscana mette a disposizione di imprese e liberi professionisti un totale di circa 39 milioni di euro. Due gli obiettivi strategici: finanziare start up e nuove imprese da un lato e, dall’altro, gli investimenti di Pmi e professionisti nell’innovazione con microcredito e prestiti a tasso zero. Contatta Confcommercio per sapere come partecipare ai bandi: 055 4681423 - f.caciolli@confcommercio.firenze.it

Dalla Regione contributi per chi assume.

Previsti da un minimo di 2mila ad un massimo di 10mila euro per le imprese che nel triennio 2018-2020 assumono donne disoccupate over 30; persone con disabilità; disoccupati over 55; lavoratori che hanno subito un licenziamento a partire dal 1° gennaio 2008; soggetti svantaggiati ai sensi della L.R. 32/2002; giovani laureati e laureati con dottorato di ricerca. Per partecipare al bando, contattare l’Ufficio Paghe di Confcommercio al numero di telefono 055 203691.

Previsti da un minimo di 2mila ad un massimo di 10mila euro per le imprese che nel triennio 2018-2020 assumono donne disoccupate over 30; persone con disabilità; disoccupati over 55; lavoratori che hanno subito un licenziamento a partire dal 1° gennaio 2008; soggetti svantaggiati ai sensi della L.R. 32/2002; giovani laureati e laureati con dottorato di ricerca. Per partecipare al bando, contattare l’Ufficio Paghe di Confcommercio al numero di telefono 055 203691.

Pagine