Territori

Publiacqua, attenzione ai lavori in corso dal 9 all'11 agosto

Dalle ore 22 di lunedì 9 agosto fino alla mattina di mercoledì 11 agosto potrebbero esserci problemi nell'erogazione dell'acqua pubblica a Firenze città e area metropolitana, a causa di lavori programmati sulla rete idrica, necessari per potenziare un tratto della cosiddetta autostrada dell’acqua, una delle principali infrastrutture acquedottistiche del territorio.

Dalla notte di lunedì 9 alla mattina di mercoledì 11 agosto, Publiacqua effettuerà gli interventi finalizzati a collegare le nuove condotte posate lungo viale Matteotti e viale Lavagnini a Firenze per potenziare un tratto della cosiddetta autostrada dell’acqua, una delle principali infrastrutture acquedottistiche del nostro territorio essendo la rete di collegamento tra l’impianto di potabilizzazione dell’Anconella - posta nel capoluogo regionale - e l’intera area metropolitana Firenze-Prato-Pistoia.

 

Dalle ore 22 di lunedì 9 agosto fino alla mattina di mercoledì 11 agosto potrebbero esserci problemi nell'erogazione dell'acqua pubblica a Firenze città e area metropolitana, a causa di lavori programmati sulla rete idrica, necessari per potenziare un tratto della cosiddetta autostrada dell’acqua, una delle principali infrastrutture acquedottistiche del territorio.

Dalla notte di lunedì 9 alla mattina di mercoledì 11 agosto, Publiacqua effettuerà gli interventi finalizzati a collegare le nuove condotte posate lungo viale Matteotti e viale Lavagnini a Firenze per potenziare un tratto della cosiddetta autostrada dell’acqua, una delle principali infrastrutture acquedottistiche del nostro territorio essendo la rete di collegamento tra l’impianto di potabilizzazione dell’Anconella - posta nel capoluogo regionale - e l’intera area metropolitana Firenze-Prato-Pistoia.

 

Figline e Incisa Valdarno, il Comune riduce la Tari a cittadini e imprese

Tagli del 95% sull’intera tariffa per le attività che hanno sofferto di più per le chiusure legate alla pandemia. Previsti tagli tariffari anche per altre categorie e per le famiglie in difficoltà

Tagli del 95% sull’intera tariffa per le attività che hanno sofferto di più per le chiusure legate alla pandemia. Previsti tagli tariffari anche per altre categorie e per le famiglie in difficoltà

Sesto Fiorentino, vietati vetro e lattine fino a fine ottobre

Dal 1 giugno al 31 ottobre 2021 vietata la vendita per asporto di bevande in vetro e lattine, all’interno dell’area del centro cittadino di Sesto Fiorentino. 

 

Dal 1 giugno al 31 ottobre 2021 vietata la vendita per asporto di bevande in vetro e lattine, all’interno dell’area del centro cittadino di Sesto Fiorentino. 

 

Mugello, le richieste della Confcommercio ai Comuni: "Aiutateci a contenere i costi di gestione"

Il presidente della delegazione Dario Cenci: “subito il ritocco della Tari. Da 14 mesi lavoriamo a singhiozzo, qualcuno di noi è rimasto fermo per mesi interi, la produzione di rifiuti è diminuita. Perché dobbiamo pagare la stessa cifra del 2019?”

Il presidente della delegazione Dario Cenci: “subito il ritocco della Tari. Da 14 mesi lavoriamo a singhiozzo, qualcuno di noi è rimasto fermo per mesi interi, la produzione di rifiuti è diminuita. Perché dobbiamo pagare la stessa cifra del 2019?”

"È un anno che ci fanno aprire e chiudere a singhiozzo ma non serve ad arginare la pandemia. E le nostre attività intanto sono condannate a morte"

Il presidente della delegazione Confcommercio Empolese Valdelsa Alessandro Costagli contro le chiusure della zona rossa: "È un anno che ci fanno aprire e chiudere a singhiozzo ma non serve ad arginare la pandemia. E le nostre attività intanto sono condannate a morte"

Il presidente della delegazione Confcommercio Empolese Valdelsa Alessandro Costagli contro le chiusure della zona rossa: "È un anno che ci fanno aprire e chiudere a singhiozzo ma non serve ad arginare la pandemia. E le nostre attività intanto sono condannate a morte"

Ex Italcementi, l'appello di Confcommercio: "No al progetto di riconversione in area commerciale"

La presidente della delegazione di Pontassieve della Confcommercio Elena Spanò scrive ai Sindaci di Pelago e di Pontassieve per ribadire la contrarietà degli imprenditori del terziario al progetto presentato dalla proprietà: “scontato e obsoleto, era già destinato a fallire, ma sommandosi agli effetti della pandemia rovinerà l’equilibrio dell’economia locale distruggendo la rete distributiva tradizionale. E al territorio non porterà nulla in più, in termini di innovazione, agevolazioni e servizi”.

La presidente della delegazione di Pontassieve della Confcommercio Elena Spanò scrive ai Sindaci di Pelago e di Pontassieve per ribadire la contrarietà degli imprenditori del terziario al progetto presentato dalla proprietà: “scontato e obsoleto, era già destinato a fallire, ma sommandosi agli effetti della pandemia rovinerà l’equilibrio dell’economia locale distruggendo la rete distributiva tradizionale. E al territorio non porterà nulla in più, in termini di innovazione, agevolazioni e servizi”.

Lastra a Signa, ecco i contributi per i pubblici esercizi.

Il Comune di Lastra a Signa eroga un contributo straordinario fino a mille euro a sostegno delle “attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), sospese a causa dell’emergenza da Covid-19. Per presentare la domanda c’è tempo fino al 15 gennaio 2021.

Il Comune di Lastra a Signa eroga un contributo straordinario fino a mille euro a sostegno delle “attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), sospese a causa dell’emergenza da Covid-19. Per presentare la domanda c’è tempo fino al 15 gennaio 2021.

Pagine